Home » Mente » Nel segno dei Savoia, mostra evento dell’autunno a Cherasco

Nel segno dei Savoia, mostra evento dell’autunno a Cherasco

Nel segno dei Savoia

Sarà uno dei grandi eventi culturali dell’autunno e Cherasco ha deciso di lanciarlo sin dall’inizio dell’estate. Nel segno dei Savoia. Cherasco Fortezza Diplomatica ripercorrerà la storia plurisecolare che lega la città alla dinastia sabauda, sin da quando Emanuele Filiberto decise di spostare la capitale da Chambery a Torino. La mostra, che sarà aperta a Palazzo Salmatoris dal 3 settembre al 16 ottobre 2016, si snoderà lungo dodici sale, che seguiranno un percorso cronologico, da Emanuele Filiberto fino allo spostamento della capitale del Regno d’Italia da Torino a Firenze, dal 1563 al 1864, dunque.

In ogni sala ci saranno i ritratti dei sovrani con le loro mogli e saranno esposti i documenti che dimostrano i loro legami con Cherasco, dalla realizzazione del Canale Sarmassa alle mura cittadine. Non mancheranno i documenti che videro Cherasco protagonista della storia piemontese, dal documento originale del Trattato di Pace di Cherasco del 1631, conservato nell’Archivio di Stato di Torino, all’Armistizio del 1796, che segnò il passaggio del controllo del Regno a Napoleone. Tra i reperti più preziosi ci saranno anche i rotoli originali su cui era avvolta la Sacra Sindone, quando, prima dell’Assedio del 1706, venne trasferita a Cherasco, nel Gabinetto del Silenzio.

Nel Segno dei Savoia si conclude con una sezione dedicata al Regno d’Italia, con documenti che testimoniano l’interesse e la presenza dei sovrani su questo territorio. Ma perché questo legame dei Savoia con Cherasco? “Diversi elementi, come la posizione geografica, il tessuto viario, le chiese e i sontuosi palazzi nobiliari, le confraternite, le canalizzazioni e le grandi mura di difesa, hanno permesso a Cherasco di essere protagonista e testimone di grandi momenti della Storia, accompagnando le vicende di oltre mezzo millennio di una delle più longeve dinastie d’Europa. All’interno delle sue mura e nello spazio raffinato dei suoi palazzi, Cherasco ha ospitato molti personaggi importanti fra cui sovrani, diplomatici e avventurieri avvolti nel mistero” spiega il comunicato stampa.

1_Cherasco Palazzo Salmatoris

La mostra si avvale di numerosi prestiti di grande prestigio, provenienti da Castello di Racconigi, Museo della Sindone, Archivio di Stato di Torino, Museo Diocesano di Alba, Museo Adriani, Archivio Storico della Città di Cherasco, Consorzio Irriguo Canale Sarmassa e da alcuni collezionisti privati.

Sono previste anche visite guidate, curate dalla Cooperativa Theatrum Sabaudiae, che ha preparato anche un calendario di visite teatralizzate, per ogni domenica in cui la mostra sarà aperta (info e prenotazioni all’email prenotazioni@arteintorino.com e tel 0115211788). L’ingresso alla mostra sarà gratuito, dal martedì alla domenica, ore 10-12 e 14-19. Ci saranno anche approfondimenti, con un ricco programma di incontri, seminari, degustazioni, concerti. Potete trovare tutti gli aggiornamenti e le informazioni su www.nelsegnodeisavoia.com

Promossa dall’Associazione Cherasco 1631 e realizzata dalla Città di Cherasco, la mostra è curata dall’ex direttore di Palazzo Reale di Torino Daniela Biancolini e dallo storico Flavio Russo; l’allestimento e di Giovanni Fornaca e il catalogo di Laura Facchin; alla sua realizzazione hanno collaborato anche il Centro Restauro e Conservazione La Venaria Reale e l’Associazione Le Terre dei Savoia. Sono le prime informazioni di questo vero e proprio evento del Cheraschese: tenete a mente il periodo di apertura, noi torneremo a parlare di Nel segno dei Savoia. Cherasco Fortezza Diplomatica in occasione della sua inaugurazione!

    Scrivi un commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>